Le nostre rubriche sul blog

Pagina introduttiva alle rubriche, ove riepiloghiamo:

cosa presentiamo, i motivi e le scelte

che hanno spinto a realizzarle sul blog o nel programma.

TOP JAZZ ALBUM

La TOP JAZZ ALBUM è la classifica dei 10 album che Jazz in Family propone su base settimanale. E' una vera e propria classifica come se ne possono trovare di tante sui siti e sulle radio specializzate, sopratutto, anglosassoni. Al momento in cui scriviamo (21/09/2017) non abbiamo notizie di proposte simili in Italia. 

La TOP JAZZ ALBUM, pur essendo inevitabilmente una classifica, è nata, però, con l'intento di fissare per un periodo di tempo, più o meno lungo, degli album di musica jazz all'attenzione dell'ascoltatore. In un mondo sempre più ricco di proposte musicali, dove ogni settimana arrivano decine di nuove produzioni, si rende necessario offrire un punto di partenza più stabile e vicino alle persone che occasionalmente e saltuariamente ascoltano jazz. La lista è basata sui gusti personali del nostro gruppo di collaborazione e come tale diventa un punto di partenza, per ogni singolo ascoltatore, per la creazione della propria impronta musicale. 

Le nostre recensioni

Qui potete leggere le nostre modeste recensioni ad album e canzoni.

Le nostre recensioni partono dalla lettura delle note ufficiali di rilascio, quando disponibili, e continuano con le sensazioni che ci lasciano all'ascolto del materiale musicale pubblicato. Non siamo musicisti, non abbiamo mai studiato musica e non siamo giornalisti professionisti e, pertanto, ci limitiamo ad una espressione di gradimento come tanti altri potenziali ascoltatori.

Release del mese!

Release del mese! Selezioniamo ed ascoltiamo continuamente nuovi album. Alcuni di questi album rientrano nelle nostre playlist, quelle che ascoltate in radio e/o nei podcast. Molti album non riusciamo a proporli in trasmissione per mancanza di tempo. Quindi, abbiamo pensato di farvi cosa gradita nel proporli in questa sezione del blog. Ecco così una nuova opportunità per chi segue "Jazz in Family" di scoprire ed acquistare nuova musica.

Release del mese! vi darà la possibilità di ascoltare dei brevi demo delle produzioni discografiche che ascoltiamo durante la settimana. Successivamente, se vi piaceranno, potrete procedere direttamente all'acquisto tramite il link che vi forniamo. 

Se, invece, avete realizzato un album jazz, non presente in questa sezione, potete contattarci per la sua promozione. 

Le puntate in onda

Special Speaker

In questa sezione riportiamo tutte le trasmissioni andate in onda con la presenza e la conduzione di un ospite. Lo special speaker è una persona, o un gruppo, legata alla musica jazz non solo in qualità di musicista. Si tratta di una personalità di spicco che racconta la sua passione per il jazz attraverso la presentazione di brani che hanno segnato il suo avvicinamento a questa meravigliosa musica.

Gli Standard del Jazz

Questa sezione è temporaneamente non accessibile. La scelta è legata ad un riposizionamento di maggior visibilità attraverso la prossima stagione radiofonica.

Una delle nostre rubriche nasce dalla curiosità di conoscere il significato di alcuni brani noti del jazz. Vere e proprie poesie semmai ispirate da una "musa" della mitologia greca.

Le Muse

Nell'antica mitologia greca, oltre agli Dei - noti alla stragrande maggioranza di voi che ci leggete, vi erano, anche, le cosiddette "muse".   Erano le figlie di Zeus e di Mnemosýne (la "Memoria") e la loro guida era Apollo. L'importanza delle muse nella religione greca era elevata. Le muse rappresentavano l'ideale supremo dell'Arte, intesa come verità del "Tutto" ovvero l'«eterna magnificenza del divino».
 
Il tratto tipico delle Muse è quello di divinità del canto e delle danze gioconde, e in tale vesti sono spesso rappresentate in poesia mentre mettono in musica e versi varie storie.
 
Solo in secondo momento, oltre alla gioia della danza, del canto e della musica, vennero loro associate tutte le espressioni canore e musicali, comprese quelle tristi e funebri.
 
A partire dall'epoca ellenistica si assiste dunque alla specializzazione di ciascuna musa nei vari generi, in modo che potessero essere invocate singolarmente per esercitare la loro ispirazione e protezione. Le tradizioni sono discorde riguardo alle loro origini, al numero e alle attribuzioni, che variarono nel corso del tempo secondo i capricci dei vari poeti. Secondo l'ordine reso canonico da Esiodo nel passo dalla Teogonia, incipit, 76-79, i loro nomi sono:
  • Cliocolei che rende celebre, la Storia, ovvero il canto epico, con una pergamena in mano, spesso srotolata;
  • Euterpecolei che rallegra, la Poesia lirica, con un flauto o con le tibie;
  • Taliacolei che è festiva, la Commedia, con una maschera comica, una ghirlanda d'edera e un bastone;
  • Melpomenecolei che canta, la Tragedia, con una maschera tragica, una spada e il bastone di Eracle (Ercole);
  • Tersicorecolei che si diletta nella danza, la lirica corale e poi la Danza, con la lira;
  • Eratocolei che provoca desiderio, la Poesia amorosa (poi anche la geometria e la mimica), con il rotolo;
  • Polimniacolei che ha molti inni, la danza rituale e il canto sacro, ovvero il Mimo, senza oggetti;
  • Uraniacolei che è celeste, l'Astronomia e l'epica didascalica, con un globo celeste, o un bastone, o l'indice, puntato al cielo;
  • Calliopecolei che ha una bella voce, l'Elegia, con una tavoletta ricoperta di cera e uno stilo, oppure col rotolo nella sinistra.
Il desiderio di comprendere i testi, degli standard del jazz, ci ha fatto scegliere Erato, quale musa ispiratrice della poesia amorosa e lirica (quindi, dei testi), come icona di questa sezione del blog.

La lirica, la composizione, la storia

Pur desiderando  scoprire il significato delle più note liriche del jazz, avremo un occhio rivolto, anche, alla loro struttura compositiva musicale (Euterpe), la storia (Clio) e le origini delle stesse canzoni - divenute nel tempo dei classici. Insomma, per scherzare un poco, non siamo monogami.
Ogni standard avrà una descrizione della sua storia e delle sue origini e sarà accompagnata da tre schede. Ognuna delle schede conterrà il testo originale, la traduzione ed una o più scelte musicali ascoltabili grazie ai vari servizi di streaming ufficiali.  Per le traduzioni utilizziamo, in linea di principio, Google Translate.
Precisiamo che la scelta musicale, il più delle volte, non rispecchia i classici canoni del jazz. Essa è fatta con il criterio di avvicinare la maggior parte del pubblico al jazz. Scegliamo, quindi, interpretazioni popolari e/o provenienti da altri generi musicali.
 
Gli standard del Jazz - Erato, musa ispiratrice della prosa e di una delle nostre rubriche
La musa della prosa lirica: Erato

Articoli Random